Fabrizio
Connie
Emiliano
Mugurel
Antonio
Franca
picture
picture
picture
picture

La cosa su cui lavorare dopo un trauma come il mio è farsi accettare. È duro, complesso, ma necessario. Man mano procedi nel riconoscere questa tua nuova condizione, parallelamente crescono gli amici. Al contrario, più ti indurisci e rifiuti la ferita narcisistica del non avere più l’uso delle gambe, più gli altri si allontanano.